Antonio Orsini

San Lupo è un bel borgo sannita, paese ricco
di storia e di gusto, olio extravergine di oliva,
il raro fagiolo della Regina e una viticoltura
quasi “eroica” data l’asprezza della terra e
del clima. Antonio Orsini, diploma di perito
agrario, è testimone fin dal 2001 con i suoi vini
non solo della propria storia, ma di tante altre,
come quella dei moti degli internazionalisti
che nel 1877 si resero protagonisti di una poco
fortunata insurrezione post-unitaria. La marcia
partita proprio da San Lupo era guidata da
Carlo Cafiero ed Errico Malatesta a cui sono
dedicati due dei vini di Antonio, uno da uve
aglianico e l’altro di piedirosso. Gli altri vitigni
sono quelli del territorio, quali falanghina,
coda di volpe, fiano, greco (da cui un vino
dedicato ai suoi gemelli), aglianico, piedirosso,
barbera del Sannio. Racconta Antonio “Le
nostre viti crescono al sole dell’incantevole
scenario che offre la collina Sanlupese, con un
clima mite e favorevole. Le nostre uve sono
raccolte e lavorate secondo l’antica tradizione
contadina, ricca di semplicità e genuinità.
Tutti i nostri vini sono ottenuti da un’accurata
scelta di uve coltivate con il metodo biologico..
Ogni fase della lavorazione dei vini avviene
attraverso semplici interventi fisici di spremuta,
decantazione e filtrazione. Senza aggiunte di
sostanze chimiche ed in assoluta assenza di
pesticidi”.